Psicologia e abitare: per una nuova progettazione degli spazi

Psicologia e abitare: per una nuova progettazione degli spazi

90 € (IVA esclusa)
Quando:
Lunedì 24 ottobre 18.00 | 21.00
  • Tavola rotonda

Dettagli

Obiettivi: 

  • Apprenderai come ampliare il tuo ruolo professionale di progettista
  • Comprenderai i bisogni più complessi dei tuoi committenti
  • Comprenderai la relazione che intercorre tra casa e identità
  • Analizzare il concetto di spazio fisico e mentale
  • Apprenderai come sviluppare un linguaggio empatico e aperto con i tuoi clienti

A chi si rivolge: 

  • Architetti
  • Progettisti
  • Interior designer
  • Studenti di architettura e design
  • Home stager
  • Agenzie immobiliari
  • Arredatori

Descrizione: 

“C’è un senso nel prendere la casa come uno strumento di analisi per l’anima umana. Non soltanto i ricordi ma anche gli oblii vi trovano dimora. La nostra anima è una dimora. E ricordandoci di case e di camere, noi impariamo ad abitare noi stessi”. 

Gaston Bachelard, La poetica dello spazio.

La capacità di comprendere l’essere umano nella sua totalità è una qualità preziosa nel settore della progettazione.

Per creare progetti davvero centrati sulla persona, è doveroso comprendere la psicologia in relazione alla casa e all’abitare.

Psicologia e abitare: per una nuova progettazione degli spazi: propone una riflessione sul significato profondo che riveste per ognuno di noi, dalla più tenera età alla vecchiaia, lo spazio che abitiamo e sul parallelo tra costruzione di una casa e definizione dell’identità personale. Nelle richieste per la progettazione di una casa entrano in gioco spazi immaginari che riprendono spesso sogni legati all’infanzia e che devono essere adattati alle esigenze attuali.

Dettagli: 

Donatella Caprioglio argomenterà il tema casa in relazione alla figura dell’architetto e alla progettazione.

Parlerà di spazi per vivere e per morire; di architettura del benessere e della follia; di luoghi a misura di bambino, adolescente e adulto. Si approfondirà il senso delle case, quello che rappresentano per noi e il nostro modo di abitarle o di non abitarle, il concetto di spazio fisico e mentale, il significato simbolico di ogni stanza.

Parleremo di costruzione psicologica dell’identità, della relazione tra la casa e l’io, del concetto di spazio fisico e mentale, del ruolo simbolico dell’architetto e di ascolto.

Il confronto delle esperienze lavorative con altri colleghi in un piccolo gruppo fornirà elementi pratici per rendere concreto un nuovo approccio e definire le tecniche dell’ASCOLTARE, OSSERVARE e RESTITUIRE volte a dare una professionalità più completa e di maggior soddisfazione nel rapporto con il cliente.

Temi trattati: 

  • Costruzione psicologica dell’identità
  • Relazione tra casa e identità
  • Concetto di spazio fisico e spazio mentale
  • Ruolo simbolico dell’architetto
  • Sensibilizzazione all’ascolto.

 

Riserva il tuo posto

Dettagli del corso

  • Durata3 Ore
  • TipologiaTavola rotonda

Obiettivo

Apprendi come ampliare il tuo ruolo di progettista, comprendi i bisogni più complessi dei tuoi committenti per una progettazione consapevole degli spazi domestici.

Riserva il tuo posto

MEMber
Donatella Caprioglio

Potrebbero interessarti