a

MEMarch

Psicologia Ambientale e Architettonica: modelli teorici per unire spazio e mente 

La Psicologia Ambientale e la Psicologia Architettonica sono le aree della ricerca psicologica che studiano il rapporto che intercorre tra individuo e ambiente, naturale e antropico: tramite questi studi e modelli teorici si può analizzare e riflettere su come l’ambiente influenza il nostro comportamento e viceversa.

Biophilic Design: progettare per il benessere 

Lo sviluppo della consapevolezza dell’impatto benefico a livello psichico e fisiologico degli elementi naturali, diretti e indiretti, ha la duplice valenza di migliorare la qualità della progettazione architettonica e conseguentemente la qualità di vita degli individui. La sensibilizzazione del pubblico rispetto argomenti e tecniche biofiliche ha potenzialità ancora oggi in parte inesplorate.

Neuroarchitettura: conoscere il cervello per sviluppare l’Architettura. 

I moderni studi neuroscientifici permettono di dare sempre più concretezza a fenomeni e teorie che troppo spesso sono stati relegati a mere elucubrazioni teoriche o filosofiche. Riconoscere, tramite tecnologie di neuroimaging, l’impatto che gli spazi hanno sul sistema cognitivo, e di conseguenza su mente e corpo, permette di avere una maggiore consapevolezza di quanto l’Architettura e l’ambiente sono in grado di influenzarci, nel bene e nel male.

L’offerta formativa avviene online, in diretta.

I formatori interagiscono in tempo reale con i partecipanti, lavorando direttamente su progetti e proposte degli iscritti del corso.

Grazie alla collaborazione con Ethica Center (www.ethicacenter.com) i corsi di formazione senza CFP, saranno riconosciuti MIUR